Interventi di Recupero

In ogni Comune vi sono zone ove si rende opportuno il recupero del patrimonio edilizio mediante interventi rivolti alla conservazione, al risanamento, alla ricostruzione e alla migliore utilizzazione del patrimonio stesso, sia di proprietà pubblica che privata, sia residenziale che industriale.

Intervenire nel recupero del patrimonio significa impegnare le proprie forze in:

Manutenzione ordinaria

Opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici, necessarie a integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti.

Manutenzione straordinaria

Le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici e per realizzare e integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, senza che vadano a modificare i volumi e le superfici delle singole unità e non comportino mutamenti di destinazione d’uso.

Restauro e risanamento

Opere rivolte a conservare l’organismo edilizio e assicurarne la funzionalità per mezzo di un insieme di opere che, rispettandone gli elementi tipologici, formali e strutturali, ne consentano destinazioni d’uso con esso compatibile.

Ristrutturazione

Lavori rivolti a trasformare gli organismi edilizi mediante un insieme di opere, ottenendo un risultato in tutto o in parte diverso dal precedente.